EFT e il malumore nei giorni NO

di Sara Bassot
www.eftwebcamp.comeftwebcamp@gmail.com

Questi giri di EFT sul malumore che si ha nei giorni cosiddetti “no” diventano strumento di trasformazione non solo di emergenza, quando il giorno “no” è già partito, ma anche come prevenzione e trasformazione del giudizio sul malumore e sui giorni “no”.

 

10 pensieri su “EFT e il malumore nei giorni NO

  1. Olga

    Per favore quando eseguite l’esercizio dovreste parlare più lentamente perché non mi riesce di seguirvi. Grazie per l’aiuto prezioso che quotidianamente ci date e buona giornata a tutti.
    Olga

    Rispondi
    1. Sara Bassot Autore articolo

      Grazie dell’impulso, Olga, ci proverò; anche se devo dire che quando faccio i giri, seguo un flusso… Hai mai provato a rallentare un flusso? Diventa diga… hehe. Quello che ti posso consigliare è, di mettere da parte il voler capire a livello mentale ciò che viene detto… in realtà influenza poco… È il tema e il picchiettarci su, contattare le emozioni che emergono, questo fa davvero la differenza. “anche se non riesco a seguire del tutto… mi amo e mi accetto lo stesso e provo ad aprire il cuore e fare entrare il “giro” da lì, tanto il cuore comprende tutto sempre e mi apro alla possibilità di comprendere mentalmente/razionalmente solo ciò che mi serve davvero.” spero ti aiuti. 😀

      Rispondi
  2. argentina rocca

    Grazie Sara,
    il tuo eft mi è arrivato proprio al momento giusto! Oggi sono proprio di malumore!
    La tua frase: “Mi apro ad altre possibilità” mi ha aiutato ad aprire una porta verso uno stato emotivo migliore.
    Argentina

    Rispondi
    1. Sara Bassot Autore articolo

      Cara Argentina. eheh… come poteva non esser così? Tutto ha un senso, tutto ci arriva al “momento giusto” se abbiamo gli occhi per vedere e orecchie (e cuore) per sentire… Di solito quando ci apriamo ad altre possibilità senza voler controllare cosa dovrebbe arrivare secondo noi… arriva sempre qualcosa di meglio… perché l’Universo è qui per servire il piacere e la gioia… la nostra natura… siamo noi che abbiamo creato resistenze e blocchi… ma come hai fatto, quando ci APRIAMO ad altro… ecco qui, che RICEVIAMO. evviva…. dai… fammi sapere se ti arriva ancora di meglio o altri input…

      Rispondi
    1. Sara Bassot Autore articolo

      Salve Ella. Grazie a te che ti sei lasciata guidare in questo “suggerimento” 😀 e quali altri punti di vista sono ancora possibile…. picchiettiamo gente, picchiettiamo hehe.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *